LAVORO A CHIAMATA

La Legge 17 dicembre 2012, n. 221 (c.d. decreto sviluppo bis), in materia di comunicazione dei lavoratori intermittenti (a chiamata), ha abrogato la possibilità di comunicare via fax alla Direzione Territoriale del Lavoro competente la chiamata di un lavoratore intermittente.

 

A seguito di tale modifica, il Ministero del Lavoro, interrogato in merito:

  • conferma l’eliminazione della possibilità di comunicare via fax la chiamata del lavoratore intermittente;
  • ricorda che i datori di lavoro possono effettuare la comunicazione in esame tramite le ulteriori modalità previste dalla norma di legge: PEC, EMAIL, SMS, WEB.

 

Si confermano le precedenti indicazioni e riferimenti per le modalità di comunicazione PEC, MAIL, SMS e WEB.

 

In particolare, si sottolinea per la comunicazione tramite PEC o MAIL:

-          una volta compilato, il modello dovrà essere allegato ad una PEC/mail avente ad oggetto “Comunicazione chiamata lavoro intermittente”;

-          inviato all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

Il sistema non genererà una risposta automatica a conferma della ricezione della mail. Pertanto, per provare l’effettivo invio della comunicazione, il datore dovrà conservare copia del modello compilato e allegato alla mail inviata.

 

PER OFFRIRTI UNA MIGLIORE ESPERIENZA QUESTO SITO UTILIZZA DEI COOKIE. CONTINUANDO LA NAVIGAZIONE ACCONSENTI ALL'UTILIZZO DEI COOKIE. PER MAGGIORI INFORMAZIONI E PER SAPERE COME MODIFICARE LE TUE PREFERENZE CONSULTA LA NOSTRA PRIVACY&COOKIE POLICY.